Mercoledì, Febbraio 20, 2019
Pin It

L'Organo a Canne in legno dorato, finemente intagliato e fiancheggiato da quattro colonne, è contenuto in cassa lignea di stile barocco settescentesco, con la sottostante cantoria, anch’essa lignea, di tipo pensile, sospesa al muro; entrambe riccamente ornate e decorate con motivi a rilievo e statue.
Il principio di funzioanmento è abbastanza semplice: l'aria prodotta artificialmente, viene iniettatta nelle canne ; il soffio d'aria prodotto mettendo in vibrazione la canna produce il suono.
Il sistema che produce l'aria è chiamato mantice che attualmente viene azionato da un motore elettrico, ma in passato era azionato manualemnte.
Il prospetto dell'organo è formato da canne in stagno e in legno. Sono le canne il corpo sonoro dell'organo. L'altezza della nota è determinata dalla canna, quanto più alta è la canna tanto più le onde sonore risuonano a basse frequenze producendo un suono basso, al contrario le canne corte vibrano producendo un suono acuoto a frequenze alte.

I restauri del 1988 hanno portato alla luce un asse su cui è incisa la data 1757, probabilmente anno di costruzione dello strumento. (Fonte Relazione Tecnica del Restauro a cura del restauratore del 31/07/1989)
Dopo 50 anni di silenzio i lavori di restauro sono iniziati nel Gennaio 1988 e sono terminati nel luglio del 1989, come è riportato nella documentazione sui lavori di restauro ad opera di "Bigi - di Bigi Pierpaolo Costruzioni e riparazione strumenti musicali - Villa Cella (Reggio Emilia)"

E' ubicato sul portale di ingresso della Chiesa e, si presenta con sistema meccanico, ovvero la "tastiera è direttamente collegata col mobile". L'organo è dotato di un doppio sistema di ventilazione data dal mantice che è azionato sia manualmente che elettricamente.

E' fornito di 10 registri di base a tirante in pomoli in ottone posizionati in due file sul lato destro della tastiera:

  1. Principale
  2. Ottava
  3. Quintadecima
  4. Decimanona
  5. Vigesima 2°
  6. Vigesima 6°
  7. Vigesima 9°
  8. Voce Umana
  9. Flauto in XII
  10. Cornamusa in Do.

 La Tastiera è in bosso (Il legno di bosso, di colore giallastro e molto duro, è pregiato e di facile lavorabilità; viene utilizzato per lavori di ebanisteria per la realizzazione di strumenti musicali) con semitoni ricoperti di Ebano, 50 note (con estensione Do1- Fa54) con prima ottava corta.

La Pedaliera è in Pioppo e in Noce (Do1-Do2)

Leggi anche "Organo in Comunità" Articolo sul Restauro dell'Organo