Lunedì, Maggio 20, 2019
Pin It

La Cappella del Santissimo o Cappellone di San Francesco è posta a sinistra della chiesa.Venne rimaneggiata nel 1986, divenne sede del Tabernacolo.

Nella Foto una testimonianza di come appariva questa Cappella nel 1986

Al Centro di essa è custodito un bellissimo Ciborio in marmo appartenetente in origine all'Altare Maggiore o posto al suo fianco.

Il Ciborio è di forma ottagonale composto da colonnine joniche poggianti sopra un basamento sorretto da otto leoni, due stanno dalla parte anteriore e quattro dalla posteriore, accosciati che rilevano nei caratteri stilistici, reminiscenze normanne.Le parti visibili recano impronte di epoche diverse, si che, per la loro frammentarietà e disarmonia, non possono fornire alcuna indicazione precisa, ne possono servire di orientamento.

Pur tuttavia l'organismo architettonico risulta equilibrato e vago per l'effetto di policromia, animato ai fianchi da nicchie, da teste di Cherubini e da festoncini nel fregio di coronamento Nella prima nicchia frontale è stata collocata la Staua in Legno di San Riccardo (tale collocazione risale al 1986)mentre nell'altra nicchia c'è la statuetta di un santo che ha in una mano l'evangelario.
Mons. Merra in monografie andriesi scrive invece che nelle due nicchie frontali c'erano le statuette di San Francesco e San Ludovico.

La porticina della custodia in Bronzo dorato raffigura Cristo Risorto sorreggente nella sinistra la Croce,emblema del suo Martirio, mentre con la destra indica il Calice, simbolo della istituzione della Santissima Eucarestia. In alto è effigiata la Colomba simbolo dello Spirito Santo e due teste di Angeli soffusi di soave letizia.Un dipinto ad olio su tela di artista provinciale del XVIII sec, rappresenta il Santo di Assisi dinanzi a un tavolo sul quale sono posati un libro e un teschio, mentre tiene levato in alto fra le mani un crocifisso.

Nell'Ovale è raffigurata la Madonna degli Angeli, mentre sulla parete destra è stato collocato il quadro San Francesco che riceve le stimmate