Il consiglio è (articoli 18, 22 de’ “Il Nostro Volto”):

guida e punto di riferimentoil giovane francescano deve ricercare nel consigliere un riferimento per la sua vita, per il suo percorso da Cristiano, una guida per il suo cammino da gifrino; un consigliere, allo stesso tempo, non deve essere idealizzato, perché anche lui è in continua crescita, nonostante abbia ricevuto dalla fraternità il compito di servirla;

organizzatore e coordinatorenonostante tutti i membri della fraternità siano chiamati ad impegnarsi per la crescita del singolo e della fraternità stessa, un consigliere è chiamato ad organizzare e coordinare, in prima linea, quelli che sono i momenti di animazione della vita fraterna (preghiera, formazione, svago, etc…);

organo esecutivoun consiglio non ha potere decisionale, ma dopo aver fatto emergere le esigenze della fraternità, deve rendere concrete tutte le proposte nate, apportando il proprio contributo critico, frutto dell’esperienza, della maturità e delle caratteristiche che contraddistinguono i membri del consiglio stesso;

fraternità nella fraternità : un consiglio è un microcosmo, primo testimone del vivere fraterno; è necessario che si instauri tra i membri del consiglio un rapporto intimo, nella conoscenza e nella fiducia reciproca, come dovrebbe avvenire nell’intera fraternità, senza, però, farlo diventare un sottogruppo, cosa che porterebbe come conseguenza divisioni nella fraternità stessa.

Risultano eletti

Il V° Consiglio è stato rinnovato il 20 Dicembre 2018

Antonio Di Molfetta Presidente
Giusy Troia Vicepresidente
Mariastella Fatone Consigliere
Assistente fra Cristiano Giannattasio

Di admin